Statuto

 

Titolo I
Disposizioni generali

Art. 1 – È costituita l’associazione denominata “Onomastica e Letteratura”. Sede dell’associazione è il Dipartimento di Studi Italianistici della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Pisa, in Via dei Mille, 15.
Art. 2 – L’associazione non ha finalità di lucro. Essa ha lo scopo di promuovere e diffondere gli studi di onomastica letteraria.
Art. 3 – L’associazione potrà dare la sua collaborazione ad altri enti ed associazioni per lo sviluppo di iniziative che si inquadrino nei suoi fini. Essa manterrà tuttavia la più completa indipendenza nei confronti di tali organismi.
Art. 4 – Gli organi dell’associazione sono:
a) l’Assemblea dei soci
b) il Comitato Direttivo.

Titolo II
I soci

Art. 5 – L’associazione è composta da soci di diritto e da soci cooptati. Sono soci di diritto tutti gli studiosi di letteratura e di onomastica che fanno espressa richiesta di iscrizione all’associazione o che sono considerati tali dal Comitato Direttivo. Sono soci cooptati gli studiosi e le persone che per la loro attività di lavoro o di studio siano interessate alle attività dell’associazione. I soci cooptati debbono essere presentati da almeno due soci, tramite relazione da approvarsi dal Comitato Direttivo. Tutti i soci, di diritto o cooptati, hanno i medesimi diritti.
Art. 6 – I soci sono tenuti al pagamento di una quota annua, il cui importo è fissato annualmente dal Consiglio Direttivo.

Titolo III
L’Assemblea dei soci

Art. 7 – L’Assemblea ordinaria dei soci, convocata su delibera del Comitato Direttivo, si riunisce ogni tre anni, per provvedere e deliberare sul rendiconto finanziario, sullo stato patrimoniale e su tutti gli altri argomenti di carattere generale iscritti all’ordine del giorno per iniziativa del Comitato Direttivo. La data e l’ordine del giorno dell’Assemblea vengono comunicati ai soci per lettera.
Art. 8 – L’Assemblea straordinaria dei soci è convocata dal Comitato Direttivo su richiesta di almeno due terzi dei soci in regola con il pagamento della quota sociale.
(…)

Titolo IV
Il Comitato Direttivo

Art. 14 – Il Comitato Direttivo è costituito dal Presidente, dal Vicepresidente, dal Segretario e dal Tesoriere. Tutti i componenti vengono nominati dall’Assemblea, a maggioranza semplice e a scrutinio segreto, e restano in carica tre anni. In caso di dimissioni di un componente, il Comitato provvederà alla sua sostituzione per cooptazione. Qualora, per qualsiasi motivo, il numero dei componenti si riduca a meno della metà, l’intero Comitato Direttivo è considerato decaduto e deve essere rinnovato.
(…)

Titolo VI
Disposizioni finali

Art. 21 – Lingue ufficiali dell’associazione, da utilizzarsi nelle pubblicazioni, nell’Assemblea e nei convegni sono, oltre all’Italiano, il Francese, l’Inglese, lo Spagnolo e il Tedesco.
Art. 22 – Per tutto quanto non stabilito nel presente statuto si osservano le disposizioni del codice civile.

Pisa, 4 marzo 1997